The Father of Youngstown Italians: Alfonso Saulino, 1849-1931

I primi italiani che si insediarono nella valle del Mahoning arrivarono per sostituire i 7,500 minatori scioperanti durante la guerra del carbone del 1873 e rimasero poi a vivere nella contea di Trumbull anche dopo la fine delle proteste, dando vita in pochi anni ad una vasta comunità che nel 1930 contava 30.000 immigrati. Alfonso Saulino e sua moglie Angela Maria videro per la prima volta l’America il giorno di Capodanno del 1873, quando sbarcarono alla stazione di immigrazione di Castle Garden a New York City. Erano gli anni in cui gli agenti marittimi bombardavano la campagna italiana vicino ad Agnone con false promesse di posti di lavoro ben pagati negli Stati Uniti. Incoraggiati da queste notizie fuorvianti, molti emigrarono nella speranza di sfuggire alle cattive condizioni in Italia. I Saulino potrebbe aver fatto parte di questa ondata.

The first Italians to settle in the Mahoning Valley arrived as a ragtag army of strikebreakers during the 1873 coal war. Seven thousand and five hundred miners were on strike when coal operators imported Italians and African Americans to replace the mostly Welsh workforce. These early Italians continued living in Trumbull County after the end of strike. Soon they found jobs on the railroad and migrated to nearby towns and cities in the tri-county area. By 1930, the Mahoning Valley counted 30,000 Italians and Italian American residents.

SUBSCRIBE NOW!

online + newspaper

This section of the article is only available for our subscribers. Please click here to subscribe or login if you are already a subscriber.