The Island of Ventotene: An Essential Checklist

La meravigliosa isola di Ventotene, situata al largo della costa tra Lazio e Campania, è una lingua allungata di soli due chilometri di terra vulcanica, attraversata da una storia di 2.000 anni. Con le sue acque cristalline ed i ricchi fondali rappresenta un vero tesoro tra Roma e Napoli e fa parte integrante della riserva marina protetta insieme alla vicina isola di Santo Stefano. Può essere raggiunta in traghetto da Terracina, Formia o Ponza. Già nota dai greci con il nome di Pandaria, Ventotene fu probabilmente usata come punto d’appoggio per le prime colonizzazioni greche. Successivamente divenne una colonia romana ed utilizzata dall’imperatore Augusto come luogo d’esilio per membri dell’impero. Dopo un periodo di declino durante il Medioevo, tornò ad essere urbanizzata grazie ai Borboni ed è in questa epoca che vennero costruiti il borgo attorno al Porto Romano, la chiesa di Santa Candida - centro spirituale dell’isola - ed il maestoso carcere di Santo Stefano ormai  in disuso dal 1965. Molto interessanti da visitare, oltre al borgo, al castello ed al Mueso Archeologico, sono anche cisterne costruite in epoca romana, adibite all’approvvigionamento di acqua potabile dell’isola. Sulle sue pareti sono visibili ancora oggi alcuni dipinti e graffiti.  
 
Before you leave for a few days on paradiso to the island of Ventotene, you’ll probably want to jot down a list of what to bring with you: sunscreen, a mask and snorkel, swimsuit, towel, good walking shoes, books, books, and more books - this is a “literary island,” after all.

SUBSCRIBE NOW!

online + newspaper

This section of the article is only available for our subscribers. Please click here to subscribe or login if you are already a subscriber.